Etimologia

 

Relativamente all’origine del cognome Vasapollo, l’ipotesi che a prima vista sembrerebbe più probabile è quella che salta immediatamente in mente a chiunque conosca i dialetti meridionali: Vasa-pollo cioè Bacia il pollo. Questa ipotesi è suffragata anche da vari esperti di onomastica.

Trattando sulla dialettalità dei cognomi della provincia di Catanzaro, il De Felice (1993), informa come essa non sia "mai, o solo incidentalmente, formale, cioè fonetica e morfologica, ma solo lessicale o onomastica. E questa situazione è sostanzialmente analoga per i cognomi di media e bassa frequenza sia del capoluogo sia degli altri numerosi comuni della provincia. I tratti fonetici sono rarissimi, e per di più non specifici". Proprio fra questi viene catalogato il passaggio da "b a v... di Vasapollo ("bacia il pollo") da un soprannome sarcastico".

Per tipo e provenienza, Rohlfs (1979) cataloga questo cognome tra quelli originatisi da composizioni con verbo. Anch’egli dà quindi una lettura etimologica aderente a quella sopra descritta.

Come già accennato in altra parte di questo sito, è invece possibile che l’etimologia sia ben diversa da quanto creduto finora.

In Grecia troviamo Vasopoulous il cui etimo vuol dire “figlio di Basilio”.

Dunque non è improbabile che Vasapollo sia un patronimico e tutti noi si sia figli di un capostipite del Peloponneso (di cui la desinenza “poulous” = “figlio” è propria): Vassiliki / Basilio.

Un suo discendente può essere successivamente migrato dalla Grecia in Italia meridionale dove il cognome Vasopoulous è stato “meridionalizzato” sarcasticamente in Vasapollo. Ciò può essere avvenuto solo dopo l’affermazione dell’uso dei cognomi e quindi dopo o durante il medioevo; più probabilmente, a mio avviso, nel XV o XVI secolo.

Conseguentemente a quanto sopra, sembra difficile che la variante siciliana Vasapolli si sia generata autonomamente (il che deporrebbe a favore di un’origine strettamente sarcastica e meridionale) ma è più probabile che sia nata per migrazione dalla Calabria alla Sicilia; la terminologia al plurale denuncerebbe un uso indirizzato a un gruppo non autoctono: “quelli sono i Vasapolli…”..

Sembra infine abbastanza ragionevole credere che il cognome Masapollo sia stato generato da un’errata trascrizione di Vasapollo in quanto troviamo i due cognomi affiancati nelle stesse zone.